L’RFID di Aton torna in Africa

Dopo Kenya, Sud Sudan, Uganda continua la nostra esperienza in Africa a fianco di organizzazioni internazionali.
In che modo? Mettendo in campo tutto il nostro know-how e le nostre competenze in ambito RFID abbiamo creato una soluzione ad hoc per:

  • Rilevare l’ingresso o l’uscita, all’interno di determinate aree, di alcuni strumenti di lavoro (es. pc, radio, tablet…)
  • Verificare se il personale dispone dell’autorizzazione ad entrare nelle strutture.
  • Registrare il passaggio e la direzione di transito di veicoli di piccole e grandi dimensioni e container all’interno di aree protette.
  • Effettuare le operazioni di inventario del materiale presente nelle strutture (uffici, magazzini…).

Obiettivi? Sapere rapidamente dove e quando ogni asset è stato rilevato l’ultima volta e controllare l’accesso del personale.

Ma non finisce qui, altre sfide su questo fronte ci attendono.