Sapere di più per vendere meglio: digitalizzare lo store accounting

L’efficacia in vendita oggi è sempre più condizionata dalla capacità di disporre di più informazioni possibili per poter indirizzare correttamente il prodotto al cliente “obiettivo”.

Conoscere perfettamente il proprio canale distributivo, sapere come si muove la concorrenza, conoscere il posizionamento dei prezzi e il rispetto degli accordi commerciali in essere (e.g. promozioni, modalità di esposizione del prodotto,… ), essere in grado di intercettare e gestire al meglio le anomalie riscontrate sono elementi imprescindibili della vendita moderna.

Come Granarolo, un’altra azienda primaria nel mondo alimentare italiano ha deciso di strutturare il lavoro dei propri merchandiser con un nuovo CRM mobile, che supporta l’operatore nella relazione con la distribuzione organizzata e la GDO e gli permette di creare, in pochi minuti e in autonomia, nuovi form e modelli per la raccolta di informazioni sul campo e rispondere in tal modo ad ogni nuova esigenza del trade marketing.

Il sistema centrale Aton raccoglie le informazioni reali (actual), verificate sui punti vendita e ora disponibili con una frequenza maggiore rispetto al passato, e i dati ufficiali provenienti da database istituzionali (es. Nielsen, IRI) e li mette a disposizione della Business Intelligence interna consentendo al personale di sede di analizzare il dato e definire le strategie di business più adeguate.

Questo tipo di soluzioni possono portare benefici quali: un incremento del 40% della copertura dei punti vendita, grazie ad una maggior efficienza delle operazioni su tablet, ed un incremento dal 50% al 90% di efficacia grazie alla possibilità di raccogliere informazioni prima non disponibili.

Il nuovo progetto, che coinvolge una cinquantina di merchandiser in tutta Italia, è stato avviato nelle settimane scorse con delle sessioni formative itineranti da parte del nostro team di formatori che lavorano in Italia ed all’estero.