Riordino assistito: quando lo store manager presta i suoi occhi all’ERP

Nel mondo GDO è fondamentale gestire in modo efficace le attività di riordino a fornitore/Ce.Di (centro di distribuzione) per non rischiare di incorrere in uno dei fantasmi di ogni retailer: lo scaffale vuoto.

In quest’ambito ci viene incontro la tecnologia che permette di gestire i processi di riordino in modo automatico: è quello che accade ad esempio in Gruppo Unicomm, dove l’ERP può avanzare delle proposte d’ordine sulla base di una serie di algoritmi dettati da previsioni di vendita su basi statistiche, spazio a scaffale, promozioni in corso, giacenze…Ma la tecnologia da sola non basta: servono anche gli occhi dello store manager che, grazie ad una app su device mobile, può consultare la lista delle proposte d’ordine generate dall’ERP e modificare le quantità da riordinare sulla base della reale situazione che vede a scaffale, rettificando quanto proposto automaticamente. L’operatore può anche settare, direttamente da app, alcuni parametri del sistema di riordino assistito – flag di riordino, facing, giacenza… – contribuendo a migliorare le precisione delle future proposte di riordino.

Il risultato? Governare dal palmo di una mano tutti i punti vendita.