L’e-commerce è morto. Viva il retail fisico!

Sembra un titolo provocatorio e forse lo è, ma i dati pubblicati di recente da IRI, leader mondiale nella gestione di big data, fanno riflettere:

  • i negozi fisici rimangono il principale canale in cui i consumatori fanno acquisti soprattutto se si parla di grocery
  • le vendite online stanno aumentando in Europa, a doppia cifra in Italia (+42%) e in Spagna (+29%)
  • le stime sulle vendite online di alimentari e beni per la cura della persona sono di un +54% nei prossimi 5 anni

E-commerce e retail fisico di fatto sono due mondi che si incontrano. Non ha più senso quindi parlare di online e offline, di canale digitale o canale fisico ma ha senso sapere come sta evolvendo il modo di acquistare dei consumatori per poter far fronte alle loro esigenze.

Il mercato dei consumer packaged good o prodotti di largo consumo, ad esempio, sta subendo una grandissima trasformazione, complici le più alte aspettative del consumatore e le nuove modalità di distribuzione.

Quali aspetti deve tenere in considerazione un’azienda che opera in questo settore?

Proposte e prezzo personalizzato

Oggi le informazioni raccolte sul comportamento di acquisto consentono di fornire proposte su misura ed in alcuni casi un prezzo personalizzato, questo vale sia nel B2C che nel B2B.

Comunicazione personalizzata

Il geo-marketing permette di personalizzare la comunicazione, segmentandola non solo per tipologia di consumatore ma per occasione d’uso, stimolando le vendite in-store grazie ad attività promozionali. Spesso queste attività arrivano tramite canali digitali direttamente sul nostro smartphone, oggetto con cui viviamo “in simbiosi” da cui ci allontaniamo raramente e spesso non più di qualche metro.

Non solo convenienza ma anche divertimento

La soluzione passa per percorsi d’acquisto semplici: non importa che sia online o offline, l’importante è che sia facile e soprattutto divertente. L’utilizzo della gamification (leggi anche questo articolo) sta dimostrando che trasformare una attività come l’acquisto o la vendita in un gioco aumenta la probabilità di successo. Premi personalizzati, riscattabili istantaneamente, permettono ai retailer di creare un legame importante con i loro clienti, che va ben oltre la sessione di acquisto e parte ben prima del suo inizio.

gamification

Ordini vocali

La possibilità di fare ordini vocali tramite smart device rappresenta una facilitazione per i consumatori e garantisce una interazione simile a quella che sempre più persone hanno a casa, con oggetti come Amazon Echo.

Versatilità e velocità

Il prezzo non è l’unica leva del marketing e, se ci pensiamo bene, molte delle nostre decisioni non sono basate sul prezzo, ma ad esempio sulla comodità di poter ordinare online e ritirare in negozio (click&collect).