Ironside Plate: un nuovo alleato nelle applicazioni RFID più ostili

Grazie alla collaborazione tra Confidex e Aton, nasce un nuovo tipo di tag RFID pensato per gli ambienti outdoor più sfidanti, l’Ironside Plate, dedicato al tracciamento di grandi oggetti metallici di valore (come ad esempio container, uffici mobili, veicoli) oltre che per il mercato delle costruzioni edili e dei servizi pubblici.

Grazie alla tecnologia di incisione laser, la qualità dei dati impressi sulla superficie del tag non viene alterata dalle intemperie e dagli agenti esterni particolarmente aggressivi (come lunga esposizione al sole, alla salsedine e alla pioggia); inoltre i materiali utilizzati per la sua costruzione assicurano un’elevata robustezza e resistenza dopo l’applicazione.

Le caratteristiche tecniche principali sono qui di seguito descritte:

  • Case in alluminio con rivestimento anticorrosione particolarmente adatto agli ambienti salini.
  • Piastra inferiore in acciaio inossidabile, per renderlo più robusto e affidabile in caso di urti accidentali.
  • Grado di protezione IP68 che garantisce un funzionamento affidabile all’aperto e in condizioni atmosferiche difficili.
  • Spessore di soli 3,7 millimetri, quindi molto poco ingombrante e discreto.
  • Circuito integrato UCODE 8 di NXP, grazie al quale l’etichetta può raggiungere distanze di lettura fino a dieci metri su metallo e sette metri su superfici plastiche.

La tecnologia RFID unita a quella ottica (sotto forma di barcode o di informazioni testuali) consente di identificare univocamente questo tag ovunque si trovi e con diversi dispositivi, siano essi lettori RFID, barcode scanner o semplicemente tramite l’occhio umano.

I test condotti sia presso il nostro laboratorio sia in ambiente esterno hanno confermato le distanze di lettura dichiarate da Confidex, e possiamo quindi affermare che questo è uno dei tag più performanti mai testati finora, che troverà facilmente numerosi campi d’applicazione presso i nostri clienti più esigenti.

 

Nicolò Venchierutti