Tentata vendita Android nel mondo caffè? Sì, grazie!

 

Che cosa comporta il passaggio da un sistema di tentata vendita tradizionale ad una piattaforma basata su Android? In quanto tempo può essere realizzato? Quali sono le criticità principali?

Sono domande che ci vengono poste di frequente dai clienti, in particolare nel settore del caffè dove la modalità della tentata vendita tradizionale è molto diffusa.

Potremmo rispondere a nostra volta con una domanda: anziché pensare alle criticità avete considerato quali scenari si aprono quando si passa alla tentata vendita moderna?

Ne elenchiamo 5:

  1. la possibilità di sfruttare tutte le potenzialità degli attuali ecosistemi tecnologici come smartphone e tablet, mobile web, telecomunicazioni 4G, … che consentono un aggiornamento del sistema dal punto di vista tecnologico (in termini di velocità, affidabilità, immagine) e funzionale (digitalizzazione a 360°)
  2. la multicanalità, con l’apertura e l’integrazione di canali di vendita diversi come la raccolta ordini e il B2B
  3. l’integrazione con sistemi di pagamento cashless, che permette la riduzione della gestione del contante grazie a carte di credito e prepagate, Bancomat, Paypal, Apple Pay, Google Wallet, ecc…
  4. la geolocalizzazione e il geomarketing che consentono di rendere più efficace il governo della forza vendita e l’analisi della concorrenza
  5. l’analisi e la gestione del dato, attraverso chart e report sia su app per conoscere in tempo reale la situazione del cliente che si sta visitando, sia in sede per il controllo del business

Tutto questo si traduce in un processo di vendita più veloce, grazie alla comunicazione in tempo reale tra sede e periferia (per la trasmissione di schede cliente, fidi, sospesi, incassi, …) e alla riduzione dei tempi di gestione richiesti per le operazioni dal cliente e in chiusura giro: nel passaggio da Windows ad Android è stato infatti stimato un risparmio di tempo dai 30 ai 45 minuti al giorno per ogni venditore.

E i tempi? È possibile, nel giro di soli 3 mesi passare dall’analisi dei sistemi esistenti all’avvio del progetto.
Chi lo ha fatto? Una tra le prime aziende nel settore della torrefazione in Italia, ma questa è un’altra storia, che vi racconteremo nelle prossime puntate.